Raymond Queneau

(Dal 13 dicembre '00) sonetti visti  

Cent Mille Milliards de Poèmes
Paris: Gallimard 1961.
Versione Grafica
Sonetto n. 54.264.357.441.949

Cent Mille Milliards de poèmes di Raymond Queneau è un'opera sperimentale, pubblicata nel 1960, che consiste di 10 sonetti, ognuno composto di 14 versi intercambiabili, nel senso che l'ennesimo verso di un sonetto può essere utilizzato come ennesimo verso di tutti gli altri sonetti. Con i 140 versi dati è dunque possibile comporre un numero di sonetti differenti pari a 100.000.000.000.000 (centomila miliardi), cioè 10 elevato alla 14ª potenza.
Nell'opera a stampa (edita da Gallimard) figura un sonetto su ogni pagina dispari. Le pagine sono sfrangiate in strisce orizzontali, in modo che ogni striscia contenga un verso e possa essere sollevata per rendere visibile i versi sottostanti dello stesso ordine.

Il se penche il voulait attraper sa valise
snob un peu sur les bords des bords fondamentaux
sur l'antique bahut il choisit sa cerise
on espère toujours être de vrais normaux

Quand on prend des photos de cette tour de Pise
quand se carbonisait la fureur des châteaux
aller à la grande ville est bien une entreprise
à tous n'est pas donné d'aimer les chocs verbaux

L'esprit souffle et resouffle au-dessus de la botte
le touriste à Florence ignoble charibotte
lorsque Socrate mort passait pour un lutin

Cela considérant ô lecteur tu suffoques
les banquiers d'Avignon chantent-ils les baïoques ?
mais rien ne vaut grillé le morceau de boudin


Oppure decidi tu il sonetto mettendo un numero da uno a 14 cifre  

Ritorna alla pagina iniziale   Spedisci questa pagina