Raymond Queneau

(Dal 13 dicembre '00) sonetti visti  

Cent Mille Milliards de Poèmes
Paris: Gallimard 1961.
Versione Grafica
Sonetto n. 65.375.468.552.060

Cent Mille Milliards de poèmes di Raymond Queneau è un'opera sperimentale, pubblicata nel 1960, che consiste di 10 sonetti, ognuno composto di 14 versi intercambiabili, nel senso che l'ennesimo verso di un sonetto può essere utilizzato come ennesimo verso di tutti gli altri sonetti. Con i 140 versi dati è dunque possibile comporre un numero di sonetti differenti pari a 100.000.000.000.000 (centomila miliardi), cioè 10 elevato alla 14ª potenza.
Nell'opera a stampa (edita da Gallimard) figura un sonetto su ogni pagina dispari. Le pagine sono sfrangiate in strisce orizzontali, in modo che ogni striscia contenga un verso e possa essere sollevata per rendere visibile i versi sottostanti dello stesso ordine.

Quand l'un avecque l'autre aussitôt sympathise
que convoitait c'est sûr une horde d'escrocs
le chauffeur indigène attendait dans la brise
il donne à la tribu des cris aux sens nouveaux

Il déplore il déplore une telle mainmise
d'où Galilée jadis jeta ses petits pots
un frère même bas est la part indécise
l'enfant pur aux yeux bleus aime les berlingots

Devant la boue urbaine on retrousse sa cotte
on gifle le marmot qui plonge sa menotte
lorsqu'on revient au port en essuyant un grain

L'Amérique du Sud séduit les équivoques
on mettait sans façon ses plus infectes loques
toute chose pourtant doit avoir une fin


Oppure decidi tu il sonetto mettendo un numero da uno a 14 cifre  

Ritorna alla pagina iniziale   Spedisci questa pagina